Ministeri per la Gestione Cristiana della Vita

Newsletter GCV – 08-2018

MINISTERI PER LA GESTIONE CRISTIANA DELLA VITA

NEWSLETTER TRIMESTRALE DELLA DIVISIONE INTEREUROPEA

n. 8/2018

Amministrazione cristiana dei pensieri (La gestione dei pensieri)

Un cuore allegro è un buon rimedio, ma uno spirito abbattuto secca le ossa

Proverbi 17:22

C’è una connessione tra la salute fisica e la salute dell’anima. E abbiamo il dovere non solo di pregare, ma anche di avere un’attitudine per mostrare che ci stiamo dirigendo verso la casa celeste, e che il tempo per incontrare il nostro Salvatore è breve.

Nulla tende più a promuovere la salute del corpo e dell’anima di quanto lo sia lo spirito di gratitudine e di lode. E’ un dovere positivo resistere alla malinconia, ai pensieri e ai sentimenti negativi –  un dovere quanto la preghiera. Come possiamo andare verso la casa di nostro Padre, come una banda di persone in lutto, gemendo e lamentandosi lungo la strada? 

 

Quei cristiani professi che si lamentano costantemente, e che sembrano pensare che allegria e felicità siano un peccato, non hanno una vera religione.

E.G.White Ministero della guarigione, 251.5

Mentre “il dolore, l’ansia, il malcontento, il rimorso, il senso di colpa, la sfiducia, tutti tendono ad abbattere le forze vitali e ad invitare alla rovina ed alla morte, coraggio, speranza, fede, simpatia, amore, promuove la salute e prolunga la vita. Una mente soddisfatta, uno spirito allegro, è salute per il corpo e forza per l’anima.

E.G.White Ministero della guarigione, 241.1.3

Non è che non abbiamo o non possiamo trovare ragioni di sfiducia, colpa o ansia, ma troviamo ragioni più forti per fidarci delle promesse di Dio. È l’unico vero aiuto su cui possiamo contare. Le esperienze del passato ci danno il potere di andare avanti per fede. 

Guarda costantemente Gesù e non le persone o le circostanze, e così sarai in grado di superare “Mattina, mezzogiorno e sera, offri gratitudine come dolce profumo che sale verso il cielo.” (E.G. White Ministero della guarigione, 251.5).

L’atteggiamento è una scelta. È qualcosa che riguarda l’interno, ciò che sta accadendo dentro di noi. Un atteggiamento corretto ci aiuterà a guardare le soluzioni piuttosto che osservare i problemi, guardare le qualità degli altri piuttosto che i loro difetti, essere grati per ciò che abbiamo, per ciò che abbiamo ricevuto piuttosto che concentrarci su ciò che ci manca, per guardare alle possibilità, opportunità e non guardare ai nostri limiti (Jeff Keller, L’atteggiamento è tutto). Una buona attitudine ci aiuterà ad essere più generosi, troveremo ragioni e opportunità per condividere con gli altri ciò che abbiamo. La differenza non sta in ciò che hai, ma in quello che fai con ciò che hai. Le persone con un atteggiamento positivo sono risolute e responsabili delle loro vite. Non dipendono dalle circostanze ma creano circostanze.

Quando qualcuno ti chiede come ti senti, non cercare di pensare a qualcosa di doloroso da raccontare per ottenere comprensione. Non parlare della tua mancanza di fede e dei tuoi dolori e sofferenze. Il tentatore si compiace di ascoltare queste parole. Quando parli di argomenti cupi, lo stai glorificando.

E.G. White Ministero della guarigione, 253.3

E sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il Suo proponimento.

Romani, 8:28

E la pace di Cristo, alla quale siete stati chiamati, per essere un solo corpo, regni nei vostri cuori, e siate riconoscenti. La parola di Cristo abiti in voi do viziosamente, ammaestrandovi ed ammonendovi gli uni gli altri con ogni sapienza … E qualunque cosa facciate in parola o in opera, fate ogni cosa nel nome del Signore Gesù, rendendo grazie a Dio Padre per mezzo di lui.

Colossesi 3:15-17

È a nostro vantaggio mantenere fresco ogni dono di Dio nella nostra memoria. Così la fede si rafforza per rivendicare e ricevere sempre di più. Vi è un maggiore incoraggiamento per noi nella minima benedizione che noi stessi riceviamo da Dio che in tutti i racconti che possiamo leggere della fede e dell’esperienza degli altri. L’anima che risponde alla grazia di Dio sarà come un giardino irrigato. La sua salute germoglierà rapidamente; la sua luce si leverà nell’oscurità e la gloria del Signore sarà vista su di lui. Ricordiamo quindi l’amorevole benignità del Signore e la moltitudine delle sue tenere misericordie. Come il popolo di Israele, poniamo le nostre pietre di testimonianza e inscriviamo su di esse la preziosa storia di ciò che Dio ha operato per noi.

(E. G. White  La speranza dell’uomo pag. 348.2) 

È sbagliato sprecare il nostro tempo, sbagliato sprecare i nostri pensieri.

E.G. White Ministero della guarigione, 208.1

 Lo Spirito di profezia ci dice che “non è saggio guardare a noi stessi e studiare le nostre emozioni. Se lo facciamo, il nemico presenterà difficoltà e tentazioni che indeboliscono la fede e distruggono il coraggio. Studiare attentamente le nostre emozioni e dare spago ai nostri sentimenti è  intrattenere il dubbio e di impigliarsi nella perplessità. Dobbiamo guardare lontano da noi, a Gesù.”

E.G. White Ministero della guarigione, 249.4 

Călugăru Eduard

Direttore dei Ministeri della Gestione cristiana della vita

Unione Rumena