Ministeri per la Gestione Cristiana della Vita

Il consiglio di MAGGIO (2019)

Il pericolo dell’avidità

Molti figli di Dio, attratti dalle tentazioni terrene, rinnegano la loro fede tramite le loro opere.  L’attaccamento al denaro, a case e terreni è così forte che assorbe tutte le facoltà dello spirito e del corpo, escludendo così l’amore per il Creatore e per gli uomini per i quali Cristo è morto. 

Satana li ha accecati a tal punto che gli interessi eterni sono diventati secondari. 

Tutto il loro essere è impegnato ad accumulare beni terreni. Tutte queste preoccupazioni e questi impegni non tengono in considerazione la raccomandazione fatta da Gesù:

“Non accumulate ricchezze in questo mondo. Qui i tarli e la ruggine distruggono ogni cosa e i ladri vengono e portano via” (Matteo 6:19). .

Dimenticano che Gesù ha anche detto: “Fatevi tesori in cielo …” e così facendo avrebbero agito in vista del loro interesse.

Un tesoro accumulato in cielo è al sicuro e nessun ladro vi si può avvicinare, nessun insetto può rovinarlo; le loro ricchezze invece sono conservate sulla terra e hanno assorbito tutti i loro affetti. 

La vittoria in Cristo

Cristo nel deserto ha affrontato le più forti tentazioni che possono assalire un uomo. Egli ha incontrato l’astuto nemico e lo ha vinto. 

La prima grande tentazione riguardava l’appetito, la seconda l’orgoglio e la terza l’amore per le ricchezze terrene.  Vennero offerti a Cristo i troni, i regni del mondo e la gloria. Satana presentò gli onori e le ricchezze terrene e i piaceri della vita con le sfumature più seducenti per attrarre e ingannare. Disse a Cristo: “Tutte queste cose io te le darò se prostrandoti tu mi adori”. Gesù però respinse l’astuto nemico e conseguì la vittoria.

Quando Satana si avvicina […] raramente si esprime con la stessa chiarezza con cui ha affrontato il Cristo.  Egli si accontenta di minare l’integrità dell’uomo e indebolirne la coscienza. 

Non reclama un’adorazione diretta ma orienta gli uomini a legarsi agli interessi terreni.  In un’esistenza vissuta all’insegna dell’impazienza, dell’egocentrismo, dell’orgoglio, dell’avarizia e della disonestà egli può influire come vuole. 

L’esempio di Cristo è davanti a noi. Egli sconfisse Satana dimostrandoci così che anche noi possiamo ottenere la vittoria.  Sta scritto:

“Non di solo pane vivrà l’uomo ma di ogni parola che viene da Dio” (Matteo 4:4).

Se le Sacre Scritture fossero studiate e messe in pratica, il cristiano avrebbe la forza sufficiente per affrontare l’astuto nemico … 

 


“Consigli sull’economato cristiano” E.G.White – Ediz. AdV